Scontato

Scontato

Ho camminato con te molti anni

della mia vita, tu c’eri sempre

mi sembrava scontato l’averti

più importante e intenso

mi appariva l’amore

del cuore e dei sensi

tu poi c’eri sempre

eri come dire prevedibile

forte sicuro e certo, ma

la malattia non è scontata

e ha presentato il suo conto

e ora che non ci sei più

ogni tanto giro lo sguardo

come se un impossibile sogno si realizzasse

e tu fossi ancora al mio fianco

Davvero sei soltanto polvere?

Con milioni di altri granelli

stai sulla crosta della nuda terra?

Ogni tanto cammino coi piedi nudi

così la tua cenere può accarezzarmi

ogni tanto ti penso, ti penso molto

così pensami anche tu

ogni tanto ho bisogno, tanto bisogno di te

tu allora vieni, in qualsiasi modo vieni

magari in sogno, ma vieni che mi manchi troppo

 

 

Paola Tassinari alias Teoderica

E ancora sorridi

E ancora sorridi

Gli illuministi pensavano

che la religione e la fede

fossero superstizioni

la ragione creava il mondo

non c’era il sacro o l’arcano

tutto era spiegabile e toccabile

tutto ha così una fine

anche tu che poetavi

sentivi amavi ti impegnavi

sei andata via e non sei più

eppure accadono eventi

strani non spiegabili

coi lumi della mente

eventi imprevisti e non visti

se non con gli occhi del cuore

così forse tu sei solo

in un altro luogo e poeti

senti e ti impegni  e ancora sorridi

 

Paola Tassinari alias Teoderica

 

Ti amo

Ti amo

T’amo e non t’amo

perché se t’amo

il destino invidioso

può portarti via

t’amo e non t’amo

perché se non t’amo

nessuno saprà che t’amo

tanto t’amo

anche quando non t’amo

 

Paola Tassinari alias Teoderica

 

Triste paura

Triste paura

Mi hai guardato
Ho visto il tuo interesse
Mentre bevevo un caffè
Me ne sono accorta
Ti ho colpito
Ti ho colpito molto
Mi ha fatto piacere
Sapere di piacere
Ma quando mi hai chiesto
Con modo gentile
E occhi che parevano
Sensibili e dolci
“Posso sedermi con te?”
“No!” ho risposto
In modo secco e tagliente
Ho capito allora
Con tristezza
Che gli uomini
ormai mi fanno solo paura

 

L’ albicocco

L’albicocco

Quando arriva giugno

nascosti tra le foglie stanno

I dolci frutti dell’albicocco

Hanno tutto il sapore

Della sbocciante estate

La pelle vellutata e ambrata

Quasi non vorresti mangiarli

Tanto sono un tripudio di beltà

Poi affondi morbidamente i denti

e voluttuosamente con la lingua

assapori i carnosi e succosi pomi

con lo stesso gusto

degli antichi raccoglitori

che grati chiamavano

tali frutti i meloni d’oro

 

Paola Tassinari alias Teoderica

 

L’Acacia

Se metti un rametto

diventa invadente

penetra e s’alza

in ogni terreno

eppure è di nobile stirpe

il suo nome è egizio

allude al sacro fuoco

che porta alla luce

lussureggiante veste

una cascata di fiori

bianchi leggeri carnosi

stordenti d’intenso profumo

pure una foglia non è una sola

ma su un rametto stanno unite

a due a due come sposi di maggio

ma a maggio non ci si sposa

non ci si sposa

per fuggevole amore

anche se t’adorni d’acacia

e canti la maggiolata

e ricordi l’infiorata del mese

di maggio magica magia

che sfuma

non rimane altro

che il voltarsi

all’improvviso

odorando un effluvio

guardando di sguincio

l’incantevole verde profuso

di bianco innocente

Paola Tassinari alias Teoderica

 

Teelent moda… shop di Paola Tassinari

Ha aperto il portale www.teelent.it  non un semplice e-commerce, ma una community di vendita fatta da artisti per artisti dove loro mettono il talento e teelent supporta, pubblicizza e vende. Qui sopra la t-shirt BI-2 della Collezione BettyAbstrait si abbina sia al casual che allo chic, qui ve la presento in un abbinamento un po’ azzardato ma di sicuro effetto. Maglioncino o giubbotto nero, gonna al ginocchio nera, foulard o sciarpone rosso (dipende dalla stagione), spiritoso berretto militare, borsa informale mimetica e scarpe col tacco nere

Link per acquistarla: https://www.teelent.it/cat/artisti/paola-tassinari/

Lassù c’è qualcuno che mi ama

https://lesfleursdumal2016.wordpress.com/2019/04/02/io-sono-la-divina-di-paola-tassinari-sensoinverso-edizioni-a-cura-di-alessandra-micheli/?fbclid=IwAR31PVJPgcPBQ_lgUFu81C19HM4bIFfssG1b1lBMmv0_Spf8RmprjUFJ55k

Qui sopra il link per accedere al blog di recensioni letterarie “Les fleurs du mal” di Alessandra Micheli che ha letto il mio ultimo romanzo “Io sono la divina” e ha scritto questa recensione meravigliosa su di me e il romanzo. Un dono prezioso che per me non ha prezzo. Non importa se nessun altro leggerà il romanzo, quello che ha scritto Alessandra vale per me l’essere nel top degli scrittori perché lei ha capito quanto amore vi ho riversato, ha compreso il testo anche nelle piccole sfumature… ho pianto per la commozione e vi confesso anche un segreto. Ieri avevo ricevuto brutte notizie ed ero molto addolorata e triste, ma abituata alle burrasche, mi sono detta, ringrazia il Signore lo stesso, Lui non ti deve mica nulla perché cerchi di essere corretta e buona e lo preghi, il tuo premio è appunto essere integra e giusta e poi mi sono detta domani sarà più bello di oggi. Stamattina mi sono alzata ho aperto la porta di casa e sul terrazzo c’era un gatto che mi ha strusciato le gambe. Tre anni fa in un trasloco per colpa mia ho perso il mio Tigre, il mio gatto, e ancora lo penso con rimpianto così trovarmi un gatto sul terrazzo è stato per me come ricevere una carezza. Poi ho acceso il telefonino e su Facebook c’era la recensione di Alessandra e allora ho iniziato a piangere, e non la finivo più perché pensavo che lassù da qualche parte c’è qualcuno che mi ama.