Ricordati di me

 

smart

Ricordati di me

Me.

Me e te.

Ricordati di me

come io ricordo di te.

Sei stato un sogno di maggio,

sei svanito nel freddo dicembrino,

su un treno, diventando lamento greco

Nonostante mi avessi detto è per sempre,

mi hai spento buttando la cicca nel tombino,

mentre mi dicevi, tu non farlo che blocchi e otturi

invece hai intasato tu, di sciocche e false parole d’amore.

Sciocchi e falsi sogni con miele e oriente per Giuliette e Francesche,

farfalle elettrizzate e impazzite che infine son bruciate, lasciando me senza te.

 

Paola Tassinari alias Teoderica

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *