IL SIGNOR EROE

1

Il signore eroe

Il signore eroe

Non è mai stanco

Perché deve  fare il cattivo

Perché deve fare il buono

Perché  deve fare il giusto

Il signore eroe

Non si ferma mai

Ma se volesse

Se si fermasse un po’ da me

Saprei cosa fare

Gli toglierei lo scudo e l’arco

E lo  sazierei con mille baci

Se poi non bastassero

Altri mille di baci gli darei

Continuerei fino a quando

Non mi dicesse

Basta hai vinto tu

Non faccio più l’eroe

Teoderica

IO CHE VOLEVO BALLARE IL TANGO

maremarghera 3

Da quando mi hai lasciato

sto nel fango

cerco di camminare leggera

in punta di piedi

ma l’acqua stagnante

la torbida

oscura

fangosa

fanghiglia

come marmaglia

mi assale alle gambe

e mi turba

quanto tempo

ancora

dovrò vagare

in questo limaccioso

pantano

e alla fine a forza

di stare nel fango

non sarò

pure io

diventata

melma, mota, fango

assediata da gentaglia

io che volevo

ballare il tango

non sono ormai

che fango offuscato

dal torbo pianto

 

Paola Tassinari alias Teoderica

IL NOSTRO AMORE LUCENTE

lilium velaIl nostro amore lucente

lo custodivo come un fiore

un fiore di Bach

innaffiandolo con l’acqua tiepida

perché non avesse freddo

ero certa, ero certa

che non sarebbe

finito mai

stupida sono stata

ho scelto la nostra canzone

canzone d’amore

ho voluto quella

proprio quella

stupida sono stata

ho scelto la nostra canzone

ho voluto quella

proprio quella

ho scelto il fiore di Bach

perché mi scioglievi

come la neve

al caldo del sole

e ho dimenticato

che la canzone

terminava

con la faccia di lei

pallida come un fantasma

io ho deciso

per quella canzone

quella che finisce

con un’ombra

più bianca del pallido

così l’amore lucente

che io volevo per sempre

era già segnato

mentre lo vivevamo

dell’ombra pallida

della sua morte

 

Paola Tassinari alias Teoderica

La Giraffa

mughettoni 11

La Giraffa

 

Ho in mano un pugno di perle

mi ricordano quello che è stato

e che non è più

Le portavo al mio lungo collo

collo da giraffa

tu mi guardavi 

mi guardavi innamorato

innamorato di me

di me che rendevi una dea

Ora ho le perle

il mio collo lungo

e non ho più te

ho solo tanta solitudine

e una collana di perle

per adornarla

 

Paola Tassinari alias Teoderica